I primi 20 anni... - I NUOVI AMICI

Vai ai contenuti

Menu principale:

I primi 20 anni...

L'Associazione

I primi 20 anni de I Nuovi Amici
1990-2010
di Aida Ginaldi


A oltre 20 anni di distanza, l'intuizione di alcuni insegnanti e genitori di ragazzi con disabilità, sulla necessità di aprire nuove strade all' integrazione, mostra tutta la sua validità nella vitalità dell'Associazione.  
I Nuovi Amici nascono a Macerata da nient'altro che dalla sensibilità e dalla passione  di pochi volontari che raggiungono  il primo traguardo sul finire degli anni '80, quando viene finalmente concessa dalla circoscrizione di S.Croce una stanza, dove  ritrovarsi per qualche ora insieme ad alcuni ragazzi disabili e qualche giovane.
Oggi come ieri  I Nuovi Amici continuano a dovere alla gratuità dell'impegno dei volontari, alla generosità di una comunità parrocchiale e  di tanti amici,  la possibilità di una sede, di un servizio di trasporto, di una attività che spesso va molto oltre i cinque pomeriggi settimanali programmati.
Anche se tra tante difficoltà, in questi anni è rimasto sempre fermo e irrinunciabile il principio ispiratore posto nello statuto a definire   I Nuovi Amici  come  associazione di volontariato la cui ragion d'essere è l'aiuto concreto e culturale per tutti i giovani, tutti senza distinzione ugualmente da promuovere, valorizzandone doti e potenzialità attraverso rapporti di amicizia e di collaborazione reciproca.
Nel passare degli anni quella utopia, spesso ancora poco compresa, è diventata esperienza concreta di fiducia mai tradita e di accoglienza mai negata anche  a fronte di situazioni particolarmente problematiche o per limiti  di spazio, di risorse umane ed economiche.  
E' cresciuto costantemente il numero degli utenti, dei volontari, delle famiglie, si è estesa  la rete dei rapporti di collaborazione  con  associazioni, enti e istituzioni con un progressivo e deciso radicamento nel territorio della Provincia.
Il fatto che i giovani di tanti Istituti scolastici abbiano frequentato I Nuovi Amici in occasione di stage di formazione ha contribuito a far conoscere l'attività e il tipo di proposta dell'Associazione a famiglie con ragazzi in difficoltà residenti in  zone troppo distanti da  Macerata. La richiesta e le sollecitazioni che ne  sono derivate stanno generando forse un nuovo impegnativo traguardo per I Nuovi Amici.
Da presidente uscente voglio ringraziare quanti in questi anni  in mille modi diversi hanno contribuito a portare avanti e a far crescere l'Associazione offrendo la possibilità di una proposta culturale alternativa.
Grazie alle famiglie per la loro fiducia, grazie ai nostri ragazzi per il patrimonio di affetti di amicizia e condivisione.
E' un'esperienza  da vivere quella de I Nuovi Amici, dove  scopri che sei veramente  povero se non hai niente da dare, nessuno da incontrare.
Nel quotidiano rapporto con chi è in difficoltà, prendi coscienza che l' integrazione  è in realtà una inter-azione che dal momento in cui ti porta a riconoscere e sostenere sempre e comunque la dignità della persona allora stai cominciando a vivere e onorare pienamente la tua umanità.

Aida Ginaldi   

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu